L'azienda

Arcart è una solida realtà imprenditoriale che dal 2009 opera nel settore del restauro e che nel tempo si è affermata grazie ad importanti progetti e collaborazioni. Tra i partner con i quali Arcart ha avuto il privilegio di lavorare si annoverano: il Ministero degli Interni, la Fondazione delle Mantellate di Firenze, l’Università degli Studi di Padova, l’Archivio di Stato di Milano, il Casinò di Venezia, il Comune di Bologna, la Scuola Normale Superiore di Pisa. Arcart ha maturato, inoltre, importantissime collaborazioni con istituzioni ecclesiastiche lavorando con più di cinquanta parrocchie su territorio nazionale, portando a termine prestigiosi interventi monumentali e artistici su beni ecclesiastici.

L’azienda si caratterizza per la preparazione interdisciplinare del suo staff, tutto altamente qualificato e in formazione continua, che copre l’ampio spettro semantico della conservazione dei Beni Culturali.

Arcart, in possesso delle certificazioni ISO 9001, SOA OS2A III, OG2 I (in veri ca della III bis), si contraddistingue per far dialogare realtà imprenditoriali, associative e accademiche potendo vantare la presenza, all’interno dello staff di figure professionali legate al mondo della ricerca e delle università.

L’azienda, che crede fortemente nella natura dialogica dei progetti, contribuisce alla ricerca accademica creando tavoli di discussioni tra esperti e rielaborando i dati dei più significativi restauri in pubblicazioni scientifiche.

Approccio metodologico

L’approccio metodologico parte sempre dalla documentazione storica sul bene. Questo permette di programmare un’accurata campagna di analisi di laboratorio che restituiscono un’istantanea sullo stato di degrado del manufatto e di valutare, di conseguenza, il migliore intervento.

La specificità dell’azienda sta nella composizione del suo staff che copre tutti gli ambiti della Conservazione e del Restauro: oltre alle figure dei direttori tecnici quali, un restauratore e un architetto conservatore paesaggista, entrambi con una carriera ventennale, Arcart conta nel suo organico della presenza di un ricercatore del Politecnico di Torino in Storia dell’Architettura con un’esperienza internazionale nell’ambito della Conservazione dei beni culturali e nei processi di patrimonializzazione. Il comparto operativo referente alle due categorie è composto da una dozzina di restauratori e operai tecnici edili che vantano una lunga esperienza nell’ambito del restauro e delle costruzioni storiche. Arcart può contare su un team solido e sull’adozione di un approccio metodologico sempre molto attento alla conservazione del manufatto.

I nostri ultimi progetti

Affresco del catino absidale della Chiesa Parrocchiale del Sacro Cuore di Campedello
Gruppo scultoreo del Santuario della Natività della Beata Vergine Maria, Parrocchia di Conscio
Castello di Romeo, (della Villa) di Montecchio Maggiore
Chiesa di Santa Maria Assunta di Carmignano di Brenta
Chiesa di S. Stefano Protomartire di Lupia
Palazzo San Michele (ex cinema Berico)
Affresco del Complesso architettonico delle Mantellate